Rudolf Steiner: Karma

Scritto il 03 agosto 2017

"Vi sono fatti che si possono osservare dovunque e davanti ai quali innumerevoli persone passano oltre senza darsene pensiero. Un bel giorno arriva chi, osservando uno di tali fatti accessibili a chiunque, fa la scoperta di una verità gravida di conseguenze. Si narra che Galileo abbia intravisto l'importante legge del moto pendolare, osservando una lampada che oscillava in una chiesa. Prima di lui innumerevoli persone avevano visto oscillare quella lampada, senza connettervi quell'osservazione tanto rilevante...

Quel che importa è di saper connettere i giusti pensieri agli oggetti che si percepiscono. Ora vi è un fatto perfettamente accessibile a tutti e che, considerato in giusto modo, getta chiara luce sul carattere di ciò che è animico-spirituale. Qui sta l'indirizzo che la scienza dell'anima deve prendere, se vuole contrapporre al principio <ogni essere vivente ha origine da un essere vivente>, il corrispondente principio che <tutto ciò ch'è di natura animica va spiegato in base alla realtà animica>. Appare veramente molto strano che tanti sorvolino sul problema dell'origine dell'anima, unicamente per paura di addentrarsi in un campo malsicuro del sapere....

Rudolf Steiner, Reincarnazione e Karma, editrice Antroposofica Milano